PIERO PELÙ PORTA LEGAMBIENTE E AZZEROCO2 SUL PALCO DEL “BENVENUTO AL MONDO” TOUR PER FERMARE I CAMBIAMENTI CLIMATICI

Piero Pelù torna sul palco con il “Benvenuto al mondo” tour e si schiera dalla parte dell’ambiente, spiegando al pubblico perché è necessario dare il proprio contributo alla battaglia contro i cambiamenti climatici. Al suo fianco in ogni tappa della tournée Legambiente e AzzeroCO2 che hanno messo a disposizione dell’artista materiale videografico che verrà riprodotto all’inizio di ogni concerto.

 

 

Ancora una volta, Piero Pelù decide di abbracciare il messaggio ambientalista e di utilizzare il suo palcoscenico per fare da eco all’appello rivolto ai decisori politici ed ai singoli cittadini per invertire la rotta allo scopo di fermare i cambiamenti climatici. Per questo, in occasione della prima data romana e in tutte le altre tappe del “Benvenuto al mondo” tour, Pelù ha riprodotto un video elaborato in sinergia con Legambiente e AzzeroCO2 in cui gli spettatori vengono informati in merito alla situazione attuale del Pianeta e alle azioni da poter mettere in pratica per fare fronte all’emergenza climatica con cui stiamo facendo i conti. Un’azione di sensibilizzazione quella di Pelù che va di pari passo a Festambiente, l’ecofestival che da quasi trentadue anni l’associazione ambientalista del cigno verde organizza ogni estate in Maremma per sensibilizzare i visitatori attraverso la musica.

“La decisione di Piero Pelù di averci al suo fianco nel “Benvenuto al mondo” tour – ha dichiarato Angelo Gentili, coordinatore del festival nazionale di Legambiente – rappresenta una tappa importante della nostra battaglia ambientalista. Piero è per Festambiente un compagno di avventura storico e la sua decisione di aprire ogni concerto con il contributo realizzato in collaborazione con noi di Legambiente e AzzeroCO2 è per noi allo stesso tempo un motivo di orgoglio e un nuovo punto di partenza. Come noi, Piero conosce bene la potenza della musica e l’essersi messo a disposizione di questa battaglia per il futuro è un segnale molto importante che ci auguriamo riesca ad arrivare lontano. L’auspicio – ha concluso Gentili – è quello di creare una vera e propria onda green anche nel mondo della musica attraverso la quale unirci tutti in una sola voce e riuscire finalmente a spingere i decisori politici ad agire. Noi lo scorso agosto lo abbiamo fatto con il primo concerto per il clima di Legambiente, con la sottoscrizione del Patto per il clima a cui hanno aderito alcuni dei più grandi festival del Paese e con la divulgazione delle buone pratiche che da più di trent’anni portiamo avanti. Siamo certi che anche grazie al nuovo tour di Piero Pelù sarà possibile dare un nuovo impulso a questo percorso.”