Modena City Ramblers – Martedì 14 agosto, ore 22:00 | Unica data in Toscana ad agosto | +I Matti delle Giuncaie | +Chiara Romano

Tornano a calcare i nostri palchi i Modena City Ramblers, col loro combat folk ad altissimi decibel e carichi di energia positiva e buone vibrazioni. Militanti sin dalla loro nascita, provengono dal mondo underground. Sempre on the road con concerti coinvolgenti dove propongono anche alcuni classici della resistenza come “Bella ciao”.

 

I Matti delle Giuncaie sono la band di punta dell’ “Hard-Folk” maremmano, un mix di rock, folk, musica gitana e cantautorato. Hanno all’attivo moltissimi concerti fra centri sociali, live club e Festival in diverse parti d’Italia e d’Europa e hanno condiviso il palco con band del calibro di Gogol Bordello e Bandabardò (con la quale vantano anche una collaborazione del cantante Erriquez in uno dei loro pezzi). Torneranno a suonare di supporto ai Modena City Ramblers  a Festambiente per un live di pura energia!

 

Chiara Romano sogna di diventare una musical performer professionista e di condividere con un pubblico sempre più vasto la sua musica, sia quella che interpreta che quella che scrive.
La aspettiamo sul palco di Festambiente appena prima dei Modena City Ramblers!

 

E LA MUSICA CONTINUA DOPO IL CONCERTO…

Piazza Economia Civile
We Love Surf ama suonare, andare al mare con la tavola. Non è strano e per di più lo fa per davvero. We Love Surf è un duo rocknroll/beat/surf nato a Carrara nel 2011, grazie ad Andrea Marcori con il desiderio di connettere surf praticato e musica. We Love Surf dopo l’Ep ‘Holiday’ (2011) e due album, **’Go!’** (2012) e ‘Up and Riding’ (2014) trova la sua vera dimensione nel duo nel 2016 con il terzo album ‘Peachy Keen’ confermando una sempre più evidente attitudine rocknroll. Le onde di We Love Surf attraversano tutta la penisola grazie ad un’intensa attività live che conta più di trecento concerti negli ultimi quattro anni. *

* A cura Tudemùn Concerti l’ennesima agenzia di booking in un ambiente saturo di concorrenza disperata. La Terra è perduta.