ISIS FOSSOMBRONI FA SCUOLA ALL’APERTO ALL’ENAOLI DI RISPESCIA: AL VIA PROGETTO DI OUTDOOR EDUCATION IN COLLABORAZIONE CON LEGAMBIENTE CHE UNISCE L’AMBIENTE ALLO SPORT

Legambiente e ISIS Fossombroni ad indirizzo sportivo di Grosseto definiscono un programma di attività sportive e ambientali per gli studenti del biennio. Teatro del progetto intitolato (“Ecoscuola all’aperto: sport e didattica”)SportAmbiente, il Centro Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile di Legambiente a Rispescia. Gli studenti, circa settanta in totale, suddivisi in gruppi, sfrutteranno le peculiarità del Centro per sviluppare le varie discipline sportive che spazieranno dal basket, pallavolo, minigolf, calcetto, atletica, MTB, trekking. Nell’area sono presenti, infatti, attrezzature specifiche realizzate con materiale riciclato, a cominciare dai campi di basket, minigolf e calcetto, interamente prodotti con oltre 2.000 kg ciascuno di gomma riciclata da pneumatici fuori uso, un materiale versatile e dalle eccezionali prestazioni, che consente di ottenere superfici sportive e sostenibili di altissimo livello. Un’innovazione tecnologica promossa e supportata dall’azienda Ecopneus per favorire un sempre maggiore impiego della gomma riciclata.

Le attività escursionistiche saranno avviate lungo il “percorso natura” di Legambiente che valorizza le essenze vegetali poco idroesigenti e tipiche della macchia mediterranea, fino alla Casa ecologica, realizzata con tecnologie innovative e totalmente autonoma dal punto di vista energetico attraverso pannelli fotovoltaici e solari termici, pareti coibentate e pavimento radiante.

Gli aspetti importanti sui quali il progetto fonda le radici saranno lo sport e le attività all’aria aperta, approfondendo tematiche attuali come lo sviluppo sostenibile, l’economia circolare e la gestione dei rifiuti grazie a un percorso multidisciplinare. Prima di ogni appuntamento, le classi coinvolte verranno formate sulla questione della riduzione e riutilizzo dei rifiuti nonché sulle buone pratiche da utilizzare per ridurre l’impronta ecologica. Gli allievi verranno, inoltre, formati sulle tematiche ecologiche e sulle best practices della sostenibilità.

“La collaborazione con l’ISIS Fossombroni – ha dichiarato Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente – è per noi di Legambiente molto importante proprio perché unisce alle attività sportive e all’aria aperta una sensibilizzazione diretta delle giovani generazioni rispetto alle tematiche ecologiche legate all’economia circolare e alla salvaguardia della biodiversità. Un progetto, questo, che favorisce il legame tra attività fisica, stili di vita sostenibili e tutela del Pianeta, beneficiando delle strutture del Centro nazionale dello sviluppo sostenibile di Legambiente, tra i più innovativi nel campo dell’educazione ambientale in Italia.”

Tra le azioni in programma, un’attività sul campo in occasione della quale gli studenti raccoglieranno e classificheranno i rifiuti. Al termine, verrà effettuata un’analisi delle varie tipologie di rifiuto, individuandone origine, natura ed eventuale riutilizzo.

Il progetto è rivolto principalmente agli studenti delle classi prime dell’ISIS Fossombroni di Grosseto e potrebbe, in futuro, estendersi anche alle altre classi del settore sportivo del triennio. Si tratta di un percorso fortemente voluto dalla dirigente scolastica Francesca Dini e dal responsabile dello sportivo Amedeo Gabbrielli, da sempre impegnati ad ampliare l’offerta formativa degli studenti, puntando su tematiche attuali e interessanti, che possano affascinare i ragazzi e arricchirli di esperienze legate al territorio.

Responsabile del progetto è la professoressa Manfreda Valeria, docente di scienze dell’ISIS Fossombroni.