Festambiente 2020, Gentili (Legambiente): “Sicurezza al primo posto” 

L’edizione numero trentadue di Festambiente che si svolgerà dal 19 al 23 agosto nella storica sede di Legambiente di Rispescia (ex Enaoli) come abbiamo già annunciato sarà senza dubbio diversa dal solito, pur continuando a contraddistinguersi sia per la centralità dei contenuti dedicati all’ecologia che per le caratteristiche di svago per i visitatori dell’evento. La manifestazione sarà realizzata nel pieno e puntuale rispetto delle normative previste per il contenimento del contagio da Covid-19, assicurando la massima sicurezza per i visitatori e garantendo una forte attenzione rispetto a tutte le prescrizioni previste per affrontare la grave emergenza sanitaria che stiamo attraversando.

Se da una parte è infatti molto importante, a maggior ragione in un momento come questo, che venga dato il giusto spazio a momenti di svago, intrattenimento culturale e divertimento, dall’altra è altrettanto importante riuscire a garantire prevenzione, prudenza e sicurezza. Ma scendiamo più nel dettaglio: a Festambiente in primo luogo si potrà solo su prenotazione per evitare assembramenti ed effettuare un puntuale controllo e contenimento degli ingressi e dei flussi dei visitatori. Molte delle attività svolte nell’ambito dell’evento, inoltre, saranno aperte solo a chi si sarà prenotato per tempo e con le modalità che presto comunicheremo.

No anche al grande e tradizionale palco dedicato ai concerti per evitare condizioni di criticità legati sia al forte richiamo che alla presenza di numerosi spettatori. Manterremo comunque alcuni piccoli eventi artistici diffusi in una logica di intrattenimento e garantendo comunque la sicurezza ed il distanziamento fisico. Realizzeremo anche una vasta area all’aperto dedicata a giochi, laboratori, sport, didattica ambientale. I ragazzi le famiglie a Festambiente potranno quindi, nel rispetto delle normative, trascorrere momenti di svago e divertimento con una forte attenzione alle tematiche ecologiche

Non mancherà poi, anche se in modalità più contenuta e comunque con tutte le attenzioni legate alle prescrizioni sanitarie al distanziamento fisico, la sezione dedicata alla ristorazione con prodotti biologici e della filiera corta territoriale. Confermate le proiezioni del Clorofilla film festival, così come i dibattiti e le presentazioni di progetti e libri che – anche in questo caso – saranno realizzate rispettando le misure previste. Come nelle passate edizioni, alcune aree saranno dedicate alle mostre, ai percorsi didattici e alle esposizioni, con zone specifiche dedicate ai parchi e alle aree protette, all’agroecologia, all’economia circolare e all’ecomercato. Tutto questo garantendo una gestione controllata e la regolamentazione dei flussi dei visitatori.

Anche la scelta di spostare lo svolgimento del festival alla settimana dopo Ferragosto va proprio nella direzione di evitare le massime presenze turistiche dell’estate e sarà utile per organizzare al meglio la gestione dei flussi di visitatori della manifestazione.

Sarà quindi una manifestazione molto diversa dal solito, particolare e speciale, adattata e completamente rivisitata,tenendo conto delle misure restrittive imposte dalla grave emergenza sanitaria che stiamo attraversando. Cercheremo di seguire, accompagnare e indirizzare i visitatori nei numerosi spazi previsti, utilizzando una cartellonistica dedicata e predisponendo punti informativi. Inoltre, sul nostro sito spiegheremo in modo particolareggiato le accortezze e le regole da seguire e comunicheremo gli orari e le modalità di frequentazione delle attività e delle singole iniziative. Ovviamente, chiediamo la pubblico che ci ha sempre seguito con senso civico ed educazione,di dimostrare con responsabilità e impegno come sia possibile abbinare alla ripartenza e alla voglia di cultura, ambiente e socialità, la sicurezza e il rispetto degli altri.

Nostro obiettivo è quello di garantire con continuità, impegno e determinazione il ruolo di presidio territoriale ambientale che la manifestazione rappresenta, rilanciando con forza il cambiamento degli stili di vita in chiave ecologica, a maggior ragione in questo periodo così complesso e delicato. Festambiente sarà una grande area all’aperto, alle porte del parco della maremma che per 5 giorni diverrà, come di consueto, la capitale dell’ecologia nel panorama nazionale, ma anche un luogo sicuro in cui trascorrere un pomeriggio di divertimento e riflessione sulle tematiche ambientali.

Tutto questo sarà possibile grazie alla sinergia quanto mai strategica e fondamentale con le istituzioni e le autorità territoriali che stanno collaborando attivamente alla realizzazione dell’evento nel migliore dei modi. Dal canto nostro, cercheremo, con lo spirito di sempre, di restituire un’atmosfera che, pur ponendo al primo posto sicurezza e rispetto delle regole, sia al tempo stesso piacevole,rilassata ericca di contenuti di spessore culturale e ambientale.

 

 

Angelo Gentili, coordinatore Festambiente