Festambiente 2019 dal 14 al 18 agosto a Rispescia (GR): torna l’appuntamento targato Legambiente con il festival #plasticfree più atteso dell’estate

L’appuntamento con l’edizione 2019 di Festambiente, il festival nazionale di Legambiente che ogni anno nel mese di agosto si svolge a Rispescia (GR), sta per arrivare. Ancora una volta, la Maremma sarà capitale dell’ambientalismo, trasformandosi in un laboratorio a cielo aperto. Novità assoluta la durata del festival che si svolgerà dal 14 al 18 agosto. Anche quest’anno, protagoniste saranno l’ecologia e le buone pratiche attraverso le quali ridurre le emissioni di CO2. Spazio anche alla buona musica e ai temi sociali e di attualità che ci vedono tutti in prima linea. Non mancheranno però piccole grandi rivoluzioni che renderanno il festival ancora più al passo con i tempi. Tema principale sarà la lotta ai cambiamenti climatici che passerà attraverso uno sguardo rinnovato verso il futuro. A Festambiente 2019, infatti, troveranno casa le istanze dei giovani che con Greta stanno smuovendo le coscienze di tutto il mondo e ci stanno ricordando che dobbiamo tutti lavorare per salvare il nostro futuro. Se, dunque, i tradizionali contenitori rimarranno pressoché invariati, avendo dimostrato nel corso del tempo di essere vincenti, a cambiare sarà la formula che oggi più che mai ha il compito di coinvolgere soprattutto i giovani.

“Il momento di agire è adesso – dichiara Angelo Gentili, coordinatore di Festambiente e membro della segreteria nazionale di Legambiente – e per questo motivo è fondamentale che momenti di condivisione come Festambiente si trasformino in occasioni per tracciare il futuro del Paese. Da trentuno anni ad oggi, Festambiente rappresenta un punto di riferimento per l’ambientalismo e per le sfide che ci attendono. Quello di quest’anno, dunque, sarà un banco di prova molto importante: il presente con il quale ci troviamo a fare i conti ci sta mettendo di fronte ad interrogativi epocali e per questo motivo dobbiamo capire come riuscire ad essere il più possibile incisivi e capaci di creare un’onda green in grado di coinvolgere tutte le generazioni.

L’idea di concentrare il festival in cinque giorni ci ha permesso di rendere Festambiente ancora più immediata, intensa e coinvolgente del solito, con una programmazione più ricca di appuntamenti e sorprese. Ovviamente, a non mancare saranno i momenti di confronto e discussione con rappresentanti del mondo scientifico, giornalistico e istituzionale. Inoltre, sul palco centrale ampio spazio sarà dedicato all’impegno ambientalista attraverso il quale dare un nuovo impulso alla battaglia contro il riscaldamento globale. A far parte del cartellone musicale dell’edizione 2019 di Festambiente saranno poi alcune tra le figure di riferimento della musica nazionale e internazionale più seguite del momento. A caratterizzare il festival più di ogni altra cosa, però, in questa edizione saranno le azioni di sensibilizzazione rivolte ai visitatori al fine di consentire loro di comprendere in maniera concreta come ridurre l’impatto sull’ambiente cambiando stile di vita, impegnandosi direttamente nella raccolta differenziata, consumando alimenti di filiera corta e biologica, optando per una mobilità davvero sostenibile e riducendo l’utilizzo della plastica usa e getta. Proprio in merito alla battaglia contro la plastica, ricordiamo che anche quest’anno l’evento sarà totalmente plastic free: tutti gli oggetti in plastica usa e getta saranno messi al bando a favore di stoviglie compostabili e riutilizzabili.

A Festambiente 2019 si parlerà anche di alimentazione di qualità e di economia circolare con due padiglioni dedicati ma anche di agroecologia e legalità. Gli allestimenti del festival saranno realizzati ancora una volta con materie seconde, dal legno alla plastica riciclata passando, tra gli altri, agli oggetti creati con pneumatici usati. Ampio spazio sarà dato alle tecnologie innovative che caratterizzano la green economy. Come è facile intuire, l’obiettivo è di diventare un esempio tangibile in fatto di azzeramento delle emissioni per rappresentare uno stimolo nei confronti dei decisori istituzionali, dei visitatori e degli eventi di rilievo nazionale con cui stiamo realizzando una rete che abbia al centro proprio la sostenibilità ambientale. Festambiente in occasione della sua trentunesima edizione vuole lanciare un messaggio chiaro e inequivocabile: per cambiare il corso della storia è necessario unire le forze e creare una coscienza ecologica collettiva che deve passare dalle scelte dei singoli.

Questo lo si può fare certamente attraverso i percorsi tradizionali ma anche e soprattutto in maniera non convenzionale, utilizzando linguaggi e modalità di comunicazione capaci di parlare direttamente ai più giovani che se, da una parte, sono i più difficili da raggiungere, sono anche coloro a cui è affidato il nostro futuro. Ad aggiungersi a dibattiti, incontri, approfondimenti e convegni, pertanto, saranno occasioni di condivisione che vedranno proprio i giovanissimi in prima linea. Uno spazio molto colorato ed interattivo sarà dedicato alle famiglie ed al pubblico dei ragazzi e dei più piccoli con tanto divertimento ma anche momenti di riflessione e approfondimento con scienzambiente. E poi cinema con il Clorofilla film festival, teatro, reading, cultura, scoperta del territorio, sostenibilità e, molto più in generale, tutto ciò che ha reso Festambiente così amata e attesa. A tal proposito   – ha concluso Gentili -, vorremmo chiedere all’affezionato pubblico di Festambiente come vorrebbero che fosse l’edizione che sta per arrivare. A tutti coloro che vorranno inviarci suggestioni, consigli, suggerimenti o solo raccontarci cosa vorrebbero vedere a Festambiente 2019 chiediamo di scrivere una mail a comunicazione@festambiente.it. Il festival nazionale di Legambiente  è di tutti: costruiamolo insieme.”