Cerca
Close this search box.

DA VINITALY L’ANNUNCIO DI LEGAMBIENTE: FESTAMBIENTE SARÀ DAL 7 AL 11 AGOSTO IN MAREMMA

L’attesissima trentaseiesima edizione della manifestazione nazionale dell’associazione ambientalista si occuperà dei temi legati alla transizione ecologica e farà scuola ai festival d’Italia

In programma anche cinema, musica, spettacoli, attività per le bambine e i bambini e occasioni per scoprire tutto il buono della Toscana

Nell’ambito della partecipazione di Angelo Gentili, responsabile agricoltura di Legambiente e direttore artistico del festival nazionale dell’associazione ambientalista, a Vinitaly, questa mattina è stata lanciata l’edizione numero trentasei di Festambiente. Dal 7 all’11 agosto, in località ENAOLI a Rispescia (Gr), si tornerà a parlare di ambiente a trecentosessanta gradi, dall’economia circolare all’agroecologia, passando da energie rinnovabili, turismo green, aree protette, contrasto agli eco-reati, buone pratiche territoriali e stili di vita sani e sostenibili. In occasione di una delle manifestazioni più importanti del panorama mondiale sul fronte enologico, sono state ufficialmente presentate anche la rassegna-degustazione nazionale dei vini biologici e biodinamici di Legambiente e quella dedicata alle aree protette, entrambe protagoniste del Festival.

Da più di tre decenni, la Maremma ospita l’iniziativa dell’associazione del cigno verde in una cittadella interamente ecologica, in cui la transizione si tocca con mano. Moltissime le occasioni di approfondimento, altrettanti i momenti di svago e divertimento. Anche nell’edizione del 2024, torneranno “La città delle bambine e dei bambini”, spazio interamente dedicato ai più piccoli per consentire loro di acquisire consapevolezze sul fronte ambientale divertendosi, l’eco-piscina, l’area dedicata alla ciclabilità e quella dedicata ai giochi e ai laboratori all’insegna della salvaguardia degli ecosistemi. Protagonista sarà, poi, la ristorazione di qualità. Oltre al ristorante vegetariano curato dallo chef Giuseppe Capano, torneranno le cene all’ombra dell’oliveto e gli spuntini all’insegna della territorialità e della filiera corta. Convegni, conferenze, iniziative organizzate negli spazi espositivi, mostre e conferenze stampa passeranno poi il testimone al palco spettacoli in cui, come da tradizione, nelle cinque sere troveranno casa alcuni tra i nomi più rinomati del panorama nazionale della musica, del cinema e del teatro. Attesissima anche la programmazione del Clorofilla Film Festival, la rassegna cinematografica verde ormai divenuta una tradizione per il festival e una pietra miliare nell’intero Stivale.

“Come ogni anno – ha dichiarato il direttore artistico Gentili – ci accingiamo a dare il benvenuto a un nuovo appuntamento con Festambiente. Da più di tre decenni, il nostro festival continua a raccontare l’Italia in transizione, tra importanti passi avanti e pericolose battute di arresto. Oltre che un luogo di generazione di buone politiche, il nostro vuole essere anche un modello di evento sostenibile. Quando abbiamo iniziato a organizzare Festambiente eravamo i soli a chiedere che sempre più eventi fossero realizzati in ottica green. Oggi, questa filosofia è realtà e non più una questione da visionari. Ci piace pensare che la svolta green avvenuta nel Paese sia passata anche da Festambiente e abbiamo l’orgoglio di poter dire che la nostra manifestazione è in grado di fare scuola. Non a caso, la trentaseiesima edizione ospiterà anche organizzatori di festival che intendono conoscere da vicino teorie e tecniche per gestire un eco-evento dalla progettazione alla fase esecutiva. Un orgoglio tutto legambientino di cui siamo particolarmente fieri.” Il programma della manifestazione è ancora work in progress, ma gli organizzatori fanno sapere che presto sul sito web www.festambiente.it saranno resi noti i primi appuntamenti in calendario. Confermata e già resa nota, invece, la gratuità dell’evento: per entrare a Festambiente non sarà necessario pagare il biglietto. Un’iniziativa promossa dall’associazione allo scopo di rendere la manifesta

Condividi

Articoli suggeriti