Cerca
Close this search box.

CONSEGNA DELLE 5 VELE AI COMPRENSORI MAREMMA TOSCANA, COSTA D’ARGENTO E LAGO DELL’ACCESA A FESTAMBIENTE

Come da tradizione, Festambiente diventa per un giorno capitale delle 5 Vele di Legambiente e Touring Club. Questa sera, a margine del dibattito “Aree costiere e piccole isole: dai territori del turismo sostenibile una rotta per la transizione ecologica” coordinato da Filippo Solibello, storica voce di RaiRadio2 e a cui hanno partecipato Edoardo Zanchini, vicepresidente Legambiente, Gianni Pietro Girotto, presidente Commissione industria del Senato, Rossella Muroni, Vicepresidente commissione ambiente della Camera, Ermete Realacci, presidente Symbola, Leonardo Marras, assessore al turismo della Regione Toscana, Francesco Tapinassi direttore Toscana Promozione e Giampiero Sammuri, presidente Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano, sono state consegnate i vessilli ai comprensori del territorio. L’incoronazione del comprensorio Maremma toscana a “Mare più bello d’Italia” rappresenta un orgoglio per la grande famiglia di Festambiente che, nel corso del tempo, non ha mai smesso di essere sentinella e spinta per le amministrazioni comunali.  cinque vele. Ottimo piazzamento anche per il comprensorio Costa d’Argento e isola del Giglio e per il lago dell’Accesa. Il comprensorio Maremma toscana, con il Comune di Castiglione della Pescaia come capofila, che comprende i comuni di Grosseto, Follonica e Scarlino, e il comprensorio Costa d’Argento e Isola del Giglio, guidato invece dal Comune di Isola del Giglio e comprendente i Comuni di Capalbio, Orbetello, Magliano in Toscana e Monte Argentario, possono contare entrambi sul valore aggiunto del Parco della Maremma, elemento di grande rilevanza nella tutela e salvaguardia del territorio. Una somma di elementi che fanno della Toscana del sud una perla di inestimabile valore.

 “Ospitare i comprensori premiati a Festambiente –  ha dichiarato Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente – rappresenta per noi un orgoglio territoriale ma non solo. Sotto il profilo ambientale e della sostenibilità la Maremma, da nord a sud, e la Toscana tutta stanno andando nella giusta direzione. La costanza di intenzione e azione ha premiato una terra che ha tutte le carte in regola per diventare modello di sostenibilità in Italia e in Europa. C’è ancora da lavorare, però, e da vigilare affinché tutto vada nella giusta direzione anche nel prossimo futuro. Nonostante la pandemia, la Toscana ha dimostrato di avere gli anticorpi per poter continuare a contare sul turismo come principale leva economica all’insegna di una ripresa in chiave green. Le risorse ci sono, serve continuare con la giusta determinazione in questa direzione. Ringrazio quindi le amministrazioni presenti questa sera e, più in generale, le donne e gli uomini che si sono impegnati nell’avviare una pena transizione ecologica sulle nostre coste. Il cambiamento passa anche da qua.”

Condividi

Articoli suggeriti