Cerca
Close this search box.

COMUNITÀ ENERGETICHE, L’APPELLO DI GENTILI (LEGAMBIENTE) AD AMMINISTRATRICI E AMMINISTRATORI: “IL MOMENTO È ADESSO, LAVORIAMO INSIEME PER UNA MAREMMA DAVVERO SOSTENIBILE”

All’indomani di Festambiente, la manifestazione nazionale di Legambiente che dal 3 al 7 si è svolta a Rispescia (Gr), alle porte del Parco della Maremma, Angelo Gentili, coordinatore della manifestazione e componente della segreteria nazionale dell’associazione, torna a parlare di comunità energetiche, facendo il punto sullo stato dell’arte e sollecitando amministratrici e amministratori a continuare ad andare nella direzione delle rinnovabili, a partire dalla realizzazione di comunità energetiche.

“La rivoluzione energetica – ha dichiarato Gentili – in Italia è già una realtà. Le comunità energetiche si sono sempre più radicate e ciò fa ben comprendere quanto lo sviluppo di nuovi modelli energetici possa diventare sempre più capillare. Le Comunità energetiche rappresentano uno strumento ideale per contribuire in modo concreto alla lotta contro la crisi climatica, ma sono anche un’arma fondamentale contro la povertà energetica che oggi riguarda oltre 2 milioni di famiglie della Penisola. Cittadini, imprese, enti locali e associazioni della Maremma – ha proseguito – possono diventare protagonisti della transizione energetica. Grazie alle comunità energetiche, anche il nostro meraviglioso territorio potrà accelerare in maniera significativa sulle energie rinnovabili, valorizzando allo stesso tempo progetti e azioni di coesione sociale. Raggiungere questo traguardo così ambizioso è strategico per la nostra provincia e il momento di raccogliere e mettere a sistema le disponibilità di molte realtà locali all’attivazione delle CER è adesso. Legambiente è a disposizione di questa iniziativa dal basso, affinché presto si possa inaugurare anche nella meravigliosa terra che ospita Festambiente la prima comunità energetica. Insieme, sarà possibile rendere anche la Maremma davvero sostenibile ambientalmente, socialmente ed economicamente. A tal proposito, non possiamo non dirci soddisfatti del coinvolgimento degli enti locali e dei soggetti privati, a partire dalle amministrazioni regionale e provinciale, passando dai Comuni di Grosseto, Castiglione della pescaia, Roccastrada, Follonica e Orbetello, fino all’interesse espresso da Banca Tema.”

L’appello di Gentili arriva dopo l’evento organizzato in Provincia di Grosseto la scorsa primavera a cui hanno preso parte, tra le altre e gli altri, gli amministratori maremmani, dimostrandosi pronti a recepire le istanze dell’associazione ambientalista in merito alla realizzazione di comunità energetiche sul territorio. Di CERS si è parlato anche a Festambiente in uno dei dibattiti che hanno animato la cinque giorni legambientina. In occasione dell’appuntamento (Rivedi qua la diretta -> https://fb.watch/eXa1IVBC1L/) è stato possibile fare un viaggio tra presente e futuro delle comunità energetiche rinnovabili, toccandone con mano i benefici per i singoli e le comunità. Spazio alle comunità energetiche anche nel padiglione Energy focus, il nuovo spazio espositivo che l’associazione del cigno verde ha dedicato interamente alle fonti di energia rinnovabili. 

Condividi

Articoli suggeriti