7-11 agosto

Cerca
Close this search box.

#ASPETTANDOFESTAMBIENTE, CONFERITA A “PARCO APERTO” LA CERTIFICAZIONE ECOEVENTS DI LEGAMBIENTE PER L’IMPEGNO SUL FRONTE DELLA SOSTENIBILITÀ

A pochi minuti dall’inizio dello spettacolo di Cazzullo e Ovadia, la cerimonia di consegna del prestigioso riconoscimento all’insegna della valorizzazione della sostenibilità ambientale negli eventi culturali

Ieri, sabato 6 luglio, il Parco della Maremma è stato teatro di un evento di grande rilevanza ambientale e culturale. In attesa dello spettacolo “Il romanzo della Bibbia” con Aldo Cazzullo e Moni Ovadia, si è svolta la cerimonia di consegna della certificazione Ecoevents a Parco aperto, il cartellone di eventi che sta vedendo artisti di rilievo internazionale ospiti del meraviglioso scenario naturale dell’area protetta. Un prestigioso riconoscimento che attesta l’impegno di organizzatrici e organizzatori nel promuovere la sostenibilità e il rispetto dell’ambiente, dimostrando come sia possibile organizzare manifestazioni di alto livello rispettando l’ambiente.

Parco aperto – ha dichiarato Simone Rusci, presidente del Parco della Maremma – è un’iniziativa che unisce arte e natura in uno scenario suggestivo e prezioso. Tutte gli eventi in cartellone rispettano rigorosi standard di sostenibilità, dalla limitazione del numero di spettatori, al non utilizzo di strutture permanenti, passando dalla scelta di impianti semi-acustici e piccole pedane. Ogni performance si è svolta e si svolgerà in luoghi accessibili a piedi o in bicicletta, come l’itinerario faunistico e l’oliveto di Collelungo a Marina d’Alberese. La certificazione Ecoevents di Legambiente rappresenta per noi allo stesso tempo il riconoscimento del nostro impegno concreto verso la sostenibilità ambientale e un nuovo stimolo affinché nel prossimo periodo si possa fare sempre di più e meglio sul fronte del contrasto alla crisi climatica. L’impegno di tutti può fare la differenza e realtà come quella che rappresento devono essere avamposti di transizione in ogni loro espressione.”

“Siamo orgogliosi – ha aggiunto Angelo Gentili, coordinatore di Festambiente e componente della segreteria nazionale di Legambiente – di aver conferito la certificazione Ecoevents a Parco aperto, un progetto che rappresenta un esempio straordinario di come la cultura e l’ambiente possano coesistere armoniosamente. Il Parco della Maremma è un luogo di incredibile bellezza naturale e vedere che eventi di questa portata vengono organizzati con un occhio attento alla sostenibilità è davvero incoraggiante. Questa certificazione non è solo un riconoscimento per il lavoro svolto, ma anche un invito a continuare su questa strada, dimostrando che è possibile fare cultura in modo sostenibile. In un momento storico in cui le tematiche ambientali sono più urgenti che mai, iniziative come Parco aperto sono fondamentali per sensibilizzare il pubblico e promuovere un cambiamento concreto nei nostri comportamenti. Spero che per il territorio questo sia solo l’inizio di una lunga serie di eventi certificati, capaci di continuare a mettere al centro il rispetto per l’ambiente e la valorizzazione del nostro patrimonio naturale e culturale.”

La prima certificazione Ecoevents è stata conferita a Festambiente, il festival nazionale di Legambiente, la cui trentaseiesima edizione si terrà dal 7 all’11 agosto a Rispescia (GR) in località ENAOLI. Un evento attesissimo che celebra la sostenibilità ambientale attraverso un ricco programma di attività, tra cui concerti, spettacoli teatrali, proiezioni di film, laboratori e conferenze. Ogni anno, il festival ospita artisti di fama nazionale e internazionale, offrendo anche spazi dedicati alla ristorazione biologica e a km zero e attività per i più piccoli. Grazie all’uso di energie rinnovabili, alla raccolta differenziata e alla promozione di pratiche sostenibili, Festambiente rappresenta un modello virtuoso di come si possano coniugare divertimento, cultura e rispetto per l’ambiente.

“Siamo molto soddisfatti per la certificazione Ecoevents a Parco Aperto”, ha proseguito Lorenzo Luzzetti di Ad Arte Spettacoli. “Questa esperienza al Parco della Maremma, insieme ad altre che in questi anni abbiamo portato avanti, dimostra come sia possibile organizzare eventi nel rispetto e, talvolta, nella valorizzazione dei luoghi che li ospitano. In una terra come la Maremma, ricca di scenari di grande fascino e dove la salvaguardia paesaggistica e ambientale è una caratteristica mantenuta anche grazie all’impegno degli amministratori, è ancora più importante: gli eventi di Parco aperto sono la dimostrazione che una produzione artistica di qualità può essere arricchita e resa unica proprio dallo scambio e dalla simbiosi che si può creare in un contesto particolare.”

L’evento “Il romanzo della Bibbia” con Aldo Cazzullo e Moni Ovadia ha attirato numerosi partecipanti, che sono arrivati seguendo l’itinerario faunistico A6 del Parco. Una passeggiata di circa un quarto d’ora immersi nella natura ha permesso loro di apprezzare la bellezza del paesaggio e di prepararsi a una serata all’insegna della cultura e dell’ecologia, come Festambiente insegna.

Condividi

Articoli suggeriti