Cerca
Close this search box.

A ISTIA D’OMBRONE LA FARMACIA È GREEN, GENTILI (LEGAMBIENTE): “GLI ESEMPI VIRTUOSI SI MOLTIPLICHINO”

Nel grossetano anche le farmacie sono green. Trasferitasi a Stiacciole, la farmacia Santa Lucia è stata realizzata seguendo i dettami della bioedilizia. Una struttura progettata dal celebre architetto Edoardo Milesi, noto a livello internazionale per la spiccata attenzione nei confronti della sostenibilità ambientale e della valorizzazione del territorio che, oltre ad essere stata realizzata in larga parte in legno, gode di un’esposizione alla luce solare che le consente di evitare un ricorso eccessivo a illuminazione artificiale, è coibentata, dotata di pannelli solari e studiata rigorosamente in ottica di risparmio energetico.

La progettazione ha seguito un approccio all’avanguardia, mirato alla sostenibilità e all’efficienza energetica. Attraverso l’utilizzo di isolanti di alta qualità, serramenti e componenti di ombreggiamento selezionati con cura e impianti innovativi di riscaldamento, raffrescamento e aria primaria basati su pompe di calore ad alta efficienza, l’immobile ha ottenuto la certificazione in classe A4 secondo le normative energetiche della Regione Toscana. L’installazione di unità di trattamento aria ad alto recupero energetico contribuisce ulteriormente a garantire un ambiente interno salubre e confortevole, riducendo al contempo il consumo energetico complessivo mediante l’impianto fotovoltaico in autoconsumo. Un esempio tangibile di come la sinergia tra tecnologie innovative e scelte mirate possa coniugare sostenibilità, risparmio energetico ed efficienza, creando un ambiente di lavoro moderno e responsabile. Un progetto che, secondo Legambiente, vale la pena valorizzare e che ha l’ambizione di diventare modello per il grossetano.

“Quella della farmacia Santa Lucia – ha commentato Angelo Gentili della segreteria nazionale di Legambiente – è l’esempio palese che costruire un edificio esempio di bellezza in maniera compatibile con l’ambiente non solo è possibile ma è ormai già ampiamente realtà. La bioedilizia rappresenta un alleato fondamentale nel contrasto alla crisi climatiche e un aiuto importante anche alle tasche di privati, aziende ed enti pubblici. Il risparmio in termini di consumi è evidente e immediatamente percepibile. Attenzione, però, a farne solo una questione di portafogli: costruire in chiave green significa anche fare la propria parte e prendersi cura del proprio pezzo di mondo. L’auspicio è che quello della farmacia Santa Lucia sia solo uno dei moltissimi esempi che potranno trovare casa nella nostra provincia, sia nel pubblico che nel privato, dimostrando che cambiare le cose è davvero possibile. D’altronde, il principio delle comunità energetiche è proprio questo: la riconversione. Tanti tasselli possono creare un mosaico. La strada è quella giusta.”

“In fase di realizzazione – ha spiegato l’architetto Milesi – sono state adottate strategie passive per la riduzione dei costi di produzione, recupero dei materiali di demolizione, ricerca di forniture vicine al cantiere. Pareti traspiranti e pavimentazioni, ove possibile, drenanti e inerbite. Per stemperare l’intensità del sole, dove l’esposizione è sud, sud-ovest, le finestre sono tutte protette da gronde aggettanti o dotate di brise soleil e vetri filtranti basso emissivi.  Ricercando un’armonia materica complessiva, il calcestruzzo a vista ha una texture che richiama il legno da imballo e il legname utilizzato per le facciate ventilate non ha trattamenti di resistenza agli U.V. lasciando che l’ossidazione naturale lo porti al colore della pietra e del tronco degli alberi.”

La farmacia Santa Lucia si trova in località le Stiacciole a Istia d’Ombrone (Gr) ed è aperta tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00 tranne la domenica.

Condividi

Articoli suggeriti