Dal 3 al 7 agosto a Festambiente, la manifestazione nazionale di Legambiente che ogni anno si svolge sotto il cielo della Maremma, a Rispescia (Gr), spazio anche ai campioni d’Italia dell’economia circolare. Come ogni anno, torna lo spazio espositivo interamente dedicato alle realtà aziendali che hanno fatto dell’economia circolare un must. Un appuntamento finalizzato alla conoscenza e all’approfondimento di una delle leve strategiche per mettere pienamente in atto la transizione ecologica di cui il Paese ha estremo bisogno. I numeri parlano chiaro: 6 italiani su 10 non conoscono l’economia circolare. Ciò vuol dire che solo il 41% ne conosce almeno i principi. Serve un nuovo impulso e serve costanza, anche nella comunicazione, cercando di sensibilizzare grandi e piccoli nei confronti di una tematica dirimente per il presente e il futuro. Oltre allo spazio espositivo, a Festambiente anche numerosi appuntamenti dedicati a questo tema tra dibattiti, speech e laboratori per i più piccoli. 

“L’economia circolare – ha dichiarato Angelo Gentili, coordinatore di Festambiente e componente della segreteria nazionale di Legambiente – è un settore cruciale per il Paese. Per questo, è fondamentale che l’Italia acceleri il passo. Il primo cantiere da avviare riguarda quello della rete impiantistica su cui oggi si registra una forte disparità tra il nord, dove è concentrata la maggioranza degli impianti, e il centro sud dove sono carenti. Per avvicinarsi all’obiettivo rifiuti zero a smaltimento servono mille nuove impianti di riciclo – ha proseguito Gentili – per rendere autosufficiente ogni provincia italiana, coinvolgendo nella fase autorizzativa i cittadini, le attività produttive e le istituzioni locali attraverso una fase di dibattito pubblico. Poi c’è da lavorare al meglio sull’ottimizzazione dei sistemi di raccolta, sui progetti faro che servono al Paese, semplificando gli iter autorizzativi, e sull’innalzamento qualitativo dei controlli ambientali pubblici in tutto il Paese. Come al solito, un pezzo di Paese è già all’avanguardia su questo fronte. Servono un rapido allineamento per unire le forze e un nuovo impulso per implementare ulteriormente la filiera delle materie prime seconde, favorendone l’utilizzo e la commercializzazione, con un coinvolgimento sia del settore pubblico che di quello privato.”

Sono partner del padiglione: Assocarta; Celli Group; CONIP; Conou; Ecopneus; Futura; Mater-BI; Natureworks; Novamont; Renoils; Revet spa; Ricrea.

L’ingresso a Festambiente anche quest’anno sarà gratuito. All’interno della manifestazione sarà possibile assistere a dibattiti e momenti di approfondimento, letture, proiezioni di film rigorosamente in chiave green, gustare buon cibo bio tra musica e spettacoli, passeggiare tra gli spazi espositivi in cui sono raccontate alcune delle esperienze più all’avanguardia del Paese in fatto di sostenibilità e moltissimo altro. 

Per info: www.festambiente.it

Dott.ssa Margherita Ambrogetti Damiani

Responsabile ufficio comunicazione – Festambiente Legambiente

Tel. +39 392 8235084

CERCA NELL’ARCHIVIO

  • Seleziona un'area di attività


Cerca in tutto il programma