Mostre

06.05.2013 12:56 a cura di Festambiente - Stampa

Numerose le mostre presenti a Festambiente che attraverso fotografie, testi e dati presentano temi di attualità di grande rilievo dal punto di vista ambientale e naturalistico. Un modo per coinvolgere e sensibilizzare il visitatore sulle tematiche dell’ecologia e sull’impegno civile e sociale di Legambiente.

Donnambiente

tl_files/file redazione sito/immagini pagine/Mostre/mostre.jpgWangari Maathai fondatrice nel 1977 del movimento “Cinture Verdi” che il giorno in cui ricevette il Premio Nobel per la Pace decise di festeggiarlo piantando un albero.

Julia Hill che nel 1997 si arrampicò su di una sequoia per protestare contro l’abbattimento di una foresta di alberi millenari nel nord della California e ne discese dopo 2 anni e 8 giorni.

E ancora Celia Cherrez, Laura Conti, Vandana Shiva e il suo pensiero “politico ecofemminista”; Severn Cullis-Suzuki la bambina che con il suo discorso, pronunciato ai delegati delle Nazioni Unite, zittì il mondo per 6 minuti.

Esposizione dei lavori di SPOT SCHOOL AWARD - Premio internazionale del Mediterraneo

tl_files/file redazione sito/immagini pagine/Mostre/mostre school.JPGEsposizione dei lavori prodotti dai giovani partecipanti al premio Spot school award – Premio Internazionale del Mediterraneo, primo e unico premio in Italia dedicato esclusivamente a studenti e giovani laureati di scienze della comunicazione, pubblicità e materie affini.

Da 10 anni Legambiente propone dei brief su temi portanti delle sue campagne e delle sue battaglie per accrescere la conoscenza e la consapevolezza e sensibilizzare l’opinione pubblica.
www.spotschoolaward.it

H?O

 L’accesso all’acqua è ancora oggi un’importante sfida per lo sviluppo che la comunità internazionale non è riuscita a fronteggiare. Una delle scommesse centrali di questo secolo sarà quindi il riconoscimento del diritto universale all’acqua, elemento centrale per lo sviluppo umano e strumento di lotta alla povertà. Sfide che arrivano fino a noi affinché ognuno, informato sulle ripercussioni globali dello spreco idrico sia chiamato ad adottare accorgimenti salva-acqua. Campagna WATER – Water Access Through Empowerment of Rights promossa da: Cevi, Cicma, Cipsi, Cospe, Legambiente, Cerai (SP), France Libertés (FR), Green Belgium (BE), Kessa Dimitra (GR), Humanitas (SL), TNI (PB).

NERO SU BIANCO

tl_files/file redazione sito/immagini pagine/Mostre/mostrarar.jpgGiovani fumettisti da tutta Europa si sono confrontati sul tema del razzismo cercando di demolire stereotipi e luoghi comuni a colpi di ironia e anche di far riflettere sul crescente clima di intolleranza e xenofobia attraverso la loro espressione artistica.
Oltre 100 i contributi arrivati, più di 50 le vignette che sono state selezionate che sono diventate una mostra che è stata esposta in vari festival ed eventi in europa con le vignette di giovani artisti insieme a quelle di affermati fumettisti come Altan, Staino, Contemori, Ellekappa, Vauro, Ciantini, Natangelo, Stefano Disegni e Giuseppe Palumbo, testimonial del progetto.

TERRA

L’attuale modello mondiale di sviluppo agricolo è fortemente contraddittorio in termini di sostenibilità delle comunità a livello sociale e ambientale. Le comunità del sud del mondo subiscono infatti le conseguenze di un modello agricolo condizionato da un’impostazione poco rispettosa della sostenibilità ambientale e sociale dei loro territori e delle tradizioni locali. Al contrario le comunità del nord rischiano di perdere i profondi significati che caratterizzano il rapporto tra uomo e terra.

GREEN ECONOMY (chiesa dell’Enaoli)

ZONE ATTIVE

Creata in occasione di Rio+20, questa mostra racconta la prospettiva di un futuro basato sulla Green Economy illustrando le esperienze concrete incontrate in Italia che alludono a soluzioni valide per il Paese. Questo allestimento, realizzato interamente in cartone, ci ricorda che per capire il futuro occorre cambiare, da subito, il presente.

NO NUKE

tl_files/file redazione sito/immagini pagine/Mostre/427781_3882476109935_1519814727_33438423_880661008_n.jpgL'umanità è a conoscenza della spada damocliana che pende sulla sua testa, il nucleare. Un sistema energetico inefficiente per eccellenza, produttore di migliaia di tonnellate di scorie altamente tossiche e non smaltibili, rappresenta un rischio di lunga durata, inaccettabile per l'ambiente.
Uragani, alluvioni e siccità minacciano giorno dopo giorno gli impianti insicuri dei reattori esistenti, incidenti disastrosi come da ultimo quello di Fukushima ne sono la deprimente conferma.

Laura Cozzani, Alessia Zuccarello e Pamela Fatighenti hanno deciso di unire le loro forze creative per veicolare un messaggio di protesta: NO NUKE.

Il loro lavoro, eseguito con stili diversi e tecniche pittoriche eterogenee, sintetizza il concetto in un trittico di tele eco-sostenibili a tutto tondo, a partire dai materiali naturali come legno e cotone assemblati artigianalmente fino all'utilizzo di colori ad olio.

BELLO PULITO GIUSTO

L’ambiente non è solo un vincolo da rispettare ma anche e soprattutto una straordinaria occasione da cogliere per modernizzare la nostra economia promuovendo l’innovazione tecnologica e valorizzando il patrimonio  culturale, naturale e storico del nostro Paese. Questa mostra racconta di  ricercatori, aziende, designer, architetti ed imprenditori capaci di immaginare un futuro diverso e sostenibile, attraverso la loro creatività.

Iniziative all’interno della mostra

Domenica 12 agosto

ore 19,00 - Presentazione del progetto Raccatto, riaggeggio, riaddopro a cura di Catia Gentili, Presidente Pro-loco di Civitella Marittima.
A seguire Ecosfilata di abiti realizzati con materiale di recupero. Gli abiti sono stati realizzati durante le serate d’inverno da Nadia, Patrizia, Neva e Katia. Trucco e parrucco a cura di Serena. Presentano e commentano Catia Gentili e Lucia Capaccioli.

Lunedì 13 agosto

ore 21,15 – Conferenza I diritti umani nel mondo e in Italia. Un approfondimento del rapporto 2012 di Amnesty a cura di Riccardo Nouri e Giorgio Galli, Amnesty International.

Martedì 14 agosto

ore 20,30Pop Economy. Da dove allegramente vien la crisi e dove va, con Alberto Pagliarino, produzione Teatro Popolare Europeo e Banca Popolare Etica.

Una conferenza spettacolo che racconta della Crisi globale che ci ha investito: lo fa in modo semplice e puntuale attraverso gli occhi di un narratore. Dalla bolla dei tecnologici degli anni novanta al grande buco nero del sistema bancario americano del 2008, dai mutui subprime al tracollo della Grecia. E oltre alla grande storia finanziaria ed economica ci sono le vite di tutti: di chi in vacanza non ci va più, delle case che non ti puoi comprare, di un pianeta che si sta consumando.

Mercoledì 15 agosto

ORE 21.30 - Proiezione del video "Lecotrips" a cura di Ass.Cult. Libera Espressione Creativa. 
L'esperienza del viaggio ecosostenibile di venti ragazzi da Marina di Bibbona a Festambiente in rishò. 

Giovedì 16 agosto

ore 20,30 – Proiezione del video "DonnAmbiente". Il video accompagna l’omonima mostra visitabile a Festambiente e racconta delle donne che si sono distinte per la cura e la salvaguardia dell’ambiente: da Vandana Shiva a Laura Conti. A cura di Legambiente Silaris Eboli.

Venerdì 17 agosto

ore 18,00 – Proiezione del video [Scuole capaci di futuro] CL@SSI 2.0 – Favignana

ore 18,30 – Proiezione del video Favignana Cl@sse 2.0

ore 19,00 – Proiezione del video Marinando.

Marettimo, l'isola più piccola delle Egadi in provincia di Trapani, ha dato via al Progetto Marinando, un intervento di educazione a distanza centrato non solo sull'apprendimento in sé quanto piuttosto sull'attivazione di un processo di integrazione degli studenti attraverso l'interazione diretta ”a distanza” con un gruppo classe tradizionale.Una situazione di isolamento trasformata in una realtà stimolante. Il progetto è una delle buone pratiche rappresentate nella mostra Zone Attive visitabile all’interno della chiesa.

ore 21.15 - Proiezione del video "L'erbe per la Salute".

Proiezione commentata da dr. Michele Stellini sulle proprietà delle piante officinali.

SABATO 18 AGOSTO

ore 21,15 – Proiezione del video F@reteshop in collaborazione con Recuperiamoci, sul progetto sperimentale del Ministero della Giustizia - Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria del Lazio. L‘idea si fonda sulla volontà di aiutare delle persone condannate a sviluppare nuove motivazioni e nuove competenze professionali spendibili per l’inclusione sociale.

Torna indietro