Clorofilla film festival

noi che facciamo le cose
sempre in fretta
pensando che verrà il giorno
in cui potremo lavorare come si deve
con tutta la calma che ci vuole
per fare le cose fatte bene
noi non ci accorgiamo
che quelle cose lì
fatte in fretta e furia
erano il massimo
che potevamo fare
ora che si è fatto tardi
è buio
e non ci arriviamo più
né con la forza
che abbiamo perso
e nemmeno coi giorni
che abbiamo finito
per non parlare del senso
di fare quelle cose
che non lo vediamo più da nessuna parte…

Una poesia di Giovanni Nadiani che si trova nelle pagine “preliminari” del libro “Cambio verso” di Simone Giusti ci introduce e accompagna allo “stato d’animo” smarrito del Clorofilla. Quello di chi arriva fuori tempo massimo e che ritrova un senso in altre iniziative che nascono da urgenze ambientali, sociali e culturali e che trasmettono bellezza, energia, voglia di cambiamento e di quotidiano quieto vivere. Il Primo maggio di Taranto e il lavoro del Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti, il movimento No Tav che ha dato vita al festival Alta Felicità, ma anche il Festival della Letteratura Resistente realizzato da Marcello Baraghini a Pitigliano e altri movimenti che creano a loro volta movimento culturale.

Ma dove sta Clorofilla? Sicuramente dalla parte di queste umanità vivide che chiedono giustizia, amore per il territorio, rispetto per l’ambiente e per le persone, desiderio di cultura. Per trovarsi, riconoscersi, lottare e costruire nella condivisione di un medesimo sentire.

Clorofilla per riacquistare senso può ripartire solo da qui.

La programmazione

Cinquanta serate, oltre sessanta proiezioni tra documentari, film e corti a tema sociale e ambientale, dieci località coinvolte in un mix tra feste e circoli di Legambiente e altre associazioni che ci hanno accolto. Le premiazioni sono a inizio ottobre allo Spazio Alfieri di Firenze, ma prima siamo partiti da Porto Cesareo, in Salento, passando per il Docuday di Carloforte, l’Ecosocial Film Festival di Firenze, poi ancora sul Monte Terminillo. Dopo Festambiente saremo al Posidonia Sustainable Friends Festival a Santa Margherita Ligure, a Festambiente Troina. A Festambiente rimane il cuore verde del festival ma in provincia di Grosseto siamo anche al Cassero all’interno di Muramonamour, alla Cava di Roselle e all’interno de La città visibile promossa da Fondazione Grosseto Cultura.

I premi

Piccoli alberi di rame riciclato, con la chioma di fotogrammi di pellicola. Fatti con le nostre mani testimoniano l’amore per il cinema e l’impegno nel donare qualcosa di “nostro” ai migliori lavori di questa edizione.. Il premio è dedicato a Paolo Cimoni, storico volontario di Legambiente, grande appassionato di cinema.

Organizzazione e giuria

Simonetta Grechi, Alessio Brizzi, Peppe Ruggiero, Debora Della Monaca, Stefano Chiodini, Cinzia Magi, Federico Raponi, Veronica Vespignani, Chiara Di Vivona, Emilio Guariglia, Stefania Vizzarro, Walter Ronzani, Leonardo Ferrari, Lorenzo Lodovichi, Stefano Lodovichi, Stefano Generali, Adriana Andreini, Romina Bicocchi, Nunzio D’Apolito, Mirko Guerrieri, Paola Conti, Marco Bigozzi, Michele Guerrini, Francesco Ciarapica, Guido Cipolletta, Michele Lanzini, Davide Rocchino, Marco Sartucci, Claudia Gennari, Marta Paolini, Lorenzo Luzzetti, Federico Babini, Mauro Papa, Claudia Barucca, Fabio Tognetti, Matteo Trivelli, Edoardo Brodasca, Cristiana Viti, Fausto Ferruzza, Luca Terrosi, Matteo Olivo, Clelia Pettini, Matteo Santoni, Filippo Gatti, Enrico Guaitoli Panini, Mino Buccolieri, Daniele David, Enza Pruiti, Lorenzo Cecchi, Marco Duranti, Gisella Pisana, Francesco Carpi, Massimo Roccaforte, Paola Lugaro. Ognuna di queste persone ha, a suo modo dato un contributo importante al Clorofilla. In passato o nel presente e speriamo, soprattutto, nel futuro.

Quest’anno la giuria è costituita in parte dagli allievi del Corso di Critica Cinematografica tenuto da Mario Sesti nel mese di febbraio a Grosseto e realizzato da Fondazione Grosseto Cultura con Clorofilla ff e Maremma Network. Hanno dato per il momento l’adesione Debora Della Monaca, Cinzia Magi, Rossella Cascelli, Manuela Lazzerini, Carla Bisogni, Lorenzo De Cesaris, Flavia Musella, Lorenzo Santoni, Alice Bocchi, Raffaella D’Alise, Leonardo Camerota, Sandro Cardoso, Donatella Bigozzi, Margherita Papa.

 

Tramonti nell’uliveto

Al Clorofilla le proiezioni si aspettano tra teatro e libri nell’uliveto (vedi nelle pagine spettacoli il calendario degli appuntamenti di quest’anno).

 

 

APERTURA FESTAMBIENTE ORE: 17,30

Informazioni sui biglietti e abbonamenti : Clicca qui

Gli iscritti alla newsletter del sito di festambiente riceveranno il programma appena disponibile.

 

Seguici sulla nostra pagina FB ufficiale per essere sempre informa