torna all'Home Page
Segnala festambiente su Facebook
E-Mail:

Nome:

Autorizzo il trattamento dei dati personali ai sensi del D.L. 30 giugno 2003, n. 196.















































Teatro Civile

Teatro civile, musica e presentazioni di libri per i "tramonti nell'uliveto"

 

Poche parole per i Tramonti. Quest’anno quattro appuntamenti che vanno dalla presentazione di libri agli spettacoli di teatro fino alla musica e al reading.

 

Da dire ci sarebbe anche in questo caso molto, ma preferiamo che siano le stesse iniziative a parlare: performance che pongono l’accento a volte ironico, a volte impegnato su tematiche particolarmente attuali.

 

Nelle serate del 7 e del 14 agosto a conclusione degli spettacoli si scende allo spazio cinema per un aperitivo in compagnia, coi prodotti gentilmente offerti da Copaim.

 

L’appuntamento è alle ore 19,00 allo spazio cinema per raggiungere l’uliveto (inizio rappresentazioni ore 19,15), luogo tranquillo e incontaminato, utilizzato senza allestimenti dove si potrà assistere a eventi speciali in attesa delle proiezioni.

 

Sabato 7 agosto

I Sacchi di Sabbia in “Sandokan o la fine dell’avventura”

Il luogo in cui si svolge l’azione è una cucina: attorno ad un tavolo si raccolgono i quattro personaggi che, indossato il grembiule, iniziano a vivere le intricate gesta del pirata malese. Perno dell'azione è l'ortaggio, in tutte le sue declinazioni: carote-soldatini, sedani-foresta, pomodori rosso sangue, patate-bombe, prezzemolo ornamentale. E poi cucchiai di legno come spade, grattugie come cannoni, una bacinella piena d'acqua per il mare del Borneo, scottex per cannocchiali, e ancora sacchetti di carta, coltellini, tritatutto...Il racconto si affaccia alla mente degli spettatori, per poi esplodere con una frenesia folle che contagia.

 


Lunedì 9 agosto

Presentazione libro “Protezione civile Spa” di Alberto Puliafito


308 morti. 1600 feriti. 70.000 sfollati. È l’agghiacciante bilancio del terremoto dell’Aquila. Eppure, proprio in quel tragico 6 aprile, c’è chi guarda all’Abruzzo come un’opportunità di mercato. L’intercettazione di una telefonata tra De Vito Piscicelli, direttore tecnico dell’impresa Opere Pubbliche e Ambiente Spa, e il cognato Gagliardi suscita sdegno e preoccupazione.

Agli italiani la vicenda dell’Aquila è stata presentata come il miracolo del governo Berlusconi, di Guido Bertolaso, della Protezione civile.

Ma L’Aquila è un esperimento, non un miracolo.

L’indagine di Alberto Puliafito, che parte dall’Aquila e arriva ad altre realtà italiane e internazionali, apre nuovi e preoccupanti scenari sul sistema Protezione civile e sulle sue possibili future applicazioni.


 

Mercoledì 11 agosto

Emanuele Bocci trio in “Un clima nuovo”

E’ uno spettacolo di teatro-canzone in cui il cantautore grossetano racconta l’attualità e la trasfigura in una ‘favola reale’. Prendendo spunto da alcuni fatti e notizie che trattano temi legati all'inquinamento ambientale, “Un clima Nuovo” attraversa il nostro tempo, i suoi nodi salienti e le sue contraddizioni, svelando una realtà ubriacata dai paradossi.

Emanuele Bocci con un’aria da intellettuale di altri tempi, ironico e pungente, coinvolge il pubblico e i musicisti in un gioco dialettico che va dal generale al particolare. Il cantautore parte dalla realtà prossima dei piccoli fatti legati al quotidiano e, beffeggiando la contemporaneità, tocca grandi temi politico-sociali: dal picco del petrolio alle città intasate dalle auto, dai mari della Galizia ai paesi in via di estinzione, dalla crisi economica al mutuo “semisecolare”.

Accompagnano il cantautore, Cristiano Bocci e Emanuele Cannatella.

 

Sabato 14 agosto

Fondazione Bianciardi presenta “Bianciardi al verde” – reading con Emanuele Bocci e Andrea Marcucci

Un reading con pagine scelte dai testi di Luciano Bianciardi interpretato per la prima volta da Emanuele Bocci. Una selezione -sugli stili di vita e sul consumismo- tratta da “La vita agra”, “Aprire il fuoco” e “Il lavoro culturale” realizzata direttamente dalla Fondazione Bianciardi che vuole, attraverso gli spazi di Festambiente e non solo, far conoscere la propria attività di ricerca e di conservazione perché lo scrittore grossetano, di cui nel 2011 ricorrono i quarant’anni dalla morte, rimanga nella mente e nei cuori di chi lo conosce e di coloro che imparano ad apprezzarlo adesso.

 

 

 



Venerdì 27 maggio torna Spiagge pulite



350 bambini per le Rifiutiadi



Solar days alla Casa del sole



Stephen Marley a Festambiente 2011


ARCHIVIO PRIMO PIANO

Legambiente: "Il governo ha paura della voce degli italiani



Catene umane contro il nucleare



Cantanti e musicisti con Legambiente contro il nucleare



Vittoria schiacciante del SI al referendum su nucleare in Sardegna



made in